PARMA SENZ'ANSIA: PERCORSI E INCONTRI PER TROVARE IL BENESSERE

Dom 01/10/2017

A settembre il bisogno di ricercare  situazioni, attività e percorsi nuovi si fa sentire in modo più acuto.  Dopo il rientro dalle ferie e con la ripresa degli impegni lavorativi e scolastici, il ripristino dei ritmi familiari diventa spesso un momento di stress e tensione. Per far fronte a quella sorta di inquietudine per l'anno che verrà che il periodo post pausa vacanziera ha amplificato, facendo avvertire maggiormente vuoti e mancanze, l'associazione Lidap Onlus (Lega Italiana contro i Disturbi d'ansia, d'Agorafobia e da attacchi di Panico) ha progettato l'iniziativa Parma senzansia: un ricco calendario di proposte esperienziali, incontri e corsi per sperimentare nuovi modi di stare bene con se stessi e gli altri. 

Lidap, insieme alle associazioni partner, ripropone dunque a Parma il ricco programma di eventi e incontri con il pubblico, seminari e lavori esperienziali condotti da diversi rappresentanti del mondo della psicologia, del sociale e della cultura.

Sarà possibile prenotarsi per gli incontri esperienziali ed i colloqui informativi sui temi  relativi alla gestione dell'ansia, tutti gratuiti, consultando i posti disponibili,  date e programmi sui siti www.lidap.it e www.amaliaprunotto.com). Per altre info: dott. ssa Amalia Prunotto (psicologa-psicoterapeuta) amalia.prunotto@gmail.com; tel. 3382795278.

Dal 26 settembre al 12 ottobre 2017, presso i locali del Laboratorio Famiglie Al Portico, la sede Lidap di via Oradour 14 e gli studi di psicologia dei consulenti Lidap, sarà poi possibile conoscere la seconda parte di 12 mesi, 12 temi, 12 e più professionisti, per un anno di felicità e benessere: un contenitore di percorsi che ogni anno, da più di 20 anni, l'associazione promuove e attiva sul territorio, sperimentando la ricchezza affettiva e creativa dei gruppi di auto aiuto, dedicati all'ansia, al panico e alle fobie. Incontrando le persone che vi partecipano e domandando loro tutto quello che non avete mai osato chiedere su queste paure, ci si pone l'obiettivo di dare vita a nuovi gruppi e di procedere con le numerose attività associative.
Perché la sinergia tra la proposta di auto aiuto anche per le relazioni affettive difficili, la pratica della mindfulness e del training autogeno ad indirizzo immaginativo, le iniziative dedicate alla creatività giovanili presentate da STAY, le pratiche coaching di Andrea Giuffredi unite ai corsi e percorsi Yoga di Paola Campanini e Beatrice Zani ed ai colloqui psicologi (informativi) gratuiti destinati a chi vuole avere accesso a nuovi strumenti per stare bene e riscoprire i propri talenti, può creare le condizioni affinché l'ansia assuma immagini creative ed evolutive tanto da essere integrata (e amata!).

 

  • Parma magazine
  • Psicologia
  • Benessere